venerdì 15 giugno 2018

La NEXT FASHION SCHOOL by Carla Secoli ha presentato VISIONS


Lo scorso 7 giugno, un' elegante  e gremita sala del Savoia Hotel Regency di Bologna, ha accolto trentasette giovani stilisti  che sono stati incoronanti come nuovi ambasciatori del fashion.
Con i loro 71 outfits hanno entusiasmato il foltissimo pubblico e la stampa presenti.
I temi di VISIONS, questo il titolo della sfilata, assegnati ai neo-laureati sono stati tre: ORIENTAL BLUE, NEW ROMANTIC, TAILOR MADE. Le giovanissime promesse del fashion le hanno interpretati con sorprendente creatività regalando al pubblico presente una emozionante sfilata che si è svolta con la regia di MSTUDIO di Sonia Menichetti.














ORIENTAL BLUE il denim è stato presente in tutte le declinazioni e sfumature; l’intreccio dei tessuti e i fantasiosi decori hanno rispettando comunque le linee orientali, geometriche e rigide, rendendo la collezione originale e molto creativa.














NEW ROMANTIC collezione reinterpretata in chiave rock con bianco, rosso e cuori ricamati per iniziare e proseguire con tutte le sfumature del beige e del rosa su preziose sete; fiocchi, voulant, pizzi e velluti e le femminili culotte intraviste sotto le delicate trasparenze in una giocosa sensualità hanno davvero conquistato il pubblico.




TAILOR MADE Linee sartoriali, rifiniture precise, grande manualità, asimmetrie costruite magistralmente sia nei capi spalla che nelle gonne, vite segnate da alte cinture, morbide mantelle e fluttuanti pantaloni, tutti i modelli di questa collezione sono stati creati dai giovani stilisti attingendo dal prezioso e importante archivio di spettacolari tessuti e disegni tessili messi a disposizione da Fondo Renzo Brandone in collaborazione con Fondazione Fashion Research Italy

La NEXT FASHION SCHOOL by Carla Secoli è la scuola che fin dal 1934 forma professionisti della moda; con un metodo formativo in continuo aggiornamento e con docenti qualificati, da vita a figure altamente professionali e preparate tecnicamente ad affrontare le esigenze mutevoli dei mercati. Tre sono le sedi: Bologna, via A.Testoni 2, Ancona e Padova.
Sito web: nextfashionschool.com
Neria Rondelli

giovedì 24 maggio 2018

La CAMPA compie 60 anni di attività e li festeggia con Dodi Battaglia


La CAMPA società di mutuo soccorso nata a Bologna in tempi in cui l'assistenza sanitaria nazionale non copriva le esigenze della popolazione nel 2018 compie 60 anni. A oggi assiste oltre 40.000 persone di cui 29 mila iscritti tramite il Fondo Sanitario pluriaziendale e 14 mila associati volontariamente. 
La CAMPA una delle più importanti in Italia e nel 2017 può vantare un bilancio positivo a fronte del consolidamento del proprio fondo Associativo di riserve e del mantenimento del numero dei soci; infatti  la raccolta dei contributi associativi e sanitari è stata pari a 15,3 milioni di euro con un incremento del 2,3%. Le spese per erogazioni sanitarie sono cresciute del 4,9% rispetto al 2016, superando i 12,7 milioni di euro, rispetto ai quali risultano prevalenti le spese per prestazioni ambulatoriali per oltre 7 milioni di euro. Infine, le erogazioni sanitarie sull’ammontare dei contributi versati sono state pari all’83,5%, che rappresenta un elevato valore di restituzione agli assistiti per il quale la CAMPA è un’eccellenza tra le Società di Mutuo Soccorso.
Una grande festa di compleanno è stata organizzata al Teatro Europauditorium e avrà inizio alle 16.00  con l' assemblea dei soci, seguita da una Tavola Rotonda con tema "Campa, 60 anni di mutualità.“Valori di ieri, vantaggi di oggi e welfare di domani” . Si proseguirà poi con la serata musicale che avrà come protagonista Dodi Battaglia e il suo gruppo. 
Presentatore d'eccezione l' attore Giampaolo Morelli conosciuto al grande pubblico nel ruolo dell' Ispettore Coliandro, ma sul palco dell' Europauditorim Andrea Mingardi e Silvia Mezzanotte affiancheranno Dodi Battaglia durante la serata per un grande concerto. Livia Elena Laurentino

giovedì 10 maggio 2018

11-12- 13 maggio a Bologna c'è il Mercatino Vintage di RE-USE WITH LOVE


Dalle 10,00 alle 19,00 per tre giorni da venerdì 11 maggio fino a domenica 13 torna RE-USE WITH LOVE, l'associazione benefica  che, in occasione di  “Giardini & Terrazzi Bologna” sarà l’artefice del tradizionale appuntamento con il Mercatino Vintage di Solidarietà, che che si svolgerà nel Giardino del Baraccanoingresso da Viale Gozzadini 2.
RE-USE WITH LOVE è formata da un centinaio di donne lavoratrici, professioniste, casalinghe, che dal 2010 opera nel fundraising, recuperando, riparando e riutilizzando abiti usati che ci vengono donati, per destinarli a scopi benefici. Attraverso i Mercatini Vintage Solidali, che vengono realizzati due volte all'anno, in questi 8 anni sono stati raccolti e donati più di 446.000,00 euro. RE-USE WITH LOVE  gestisce anche la Boutique Solidale, uno spazio messo a disposizione dal Comune di Bologna attraverso un bando pubblico e allestito su base volontaria,nel quale vengono distribuiti gratuitamente a soggetti bisognosi, segnalati dai servizi sociali del Comune, abiti e accessori durante tutto l'anno (oltre 200 quintali di vestiti donati a oltre 800 persone all’anno con un risparmio medio a famiglia di circa 3000 euro).
Nel Giardino del Baraccano da venerdi a domenica ci sarà anche la CIRCUS LAB CAPSULE, un circo di arte vera, creazioni che saltano da un trapezio all’altro, piroettando e volando prendono la forma di cappelli di paglia decorati con il re leone o diventano il copricapo ideale per l’incantatore di serpenti. Sacche di juta che si illuminano con tigri ed elefanti e foche e subito sembra di essere dentro lo show sotto le luci dei riflettori. E ancora pochettes e gonne gipsy come se all’improvviso ci apparisse la chiromante mentre legge la mano. Lo spirito è sempre quello del riuso, del riutilizzo, del recupero delle cose donate che prendono forma e salgono sulla giostra del Reuse Circus Market.
Domenica alle ore 15 ci sarà anche l’inaugurazione della MOSTRA del laboratorio di ceramica e pittura Studio d’Arte Doppia Parte di via Solferino, realizzata dai piccoli allievi a tema circo, con dipinti e ceramiche che saranno a disposizione degli estimatori e presentata della critica d’arte Elisabetta Sassoli dè Bianchi. Dalle ore 17 alle ore 18,30 il nuovo format RE-USE TEMPO che consiste nel riempire con quanti più capi possibili in soli 10 minuti, una borsa acquistata con offerta minima consigliata di euro 10,00.
Tutto questo impegno servirà a per sostenere un progetto riabilitativo, educativo e ricreativo-sportivo rivolto a minori disabili o con malattie gravi attraverso al riabilitazione equestre. “Hippo il cavallo amico dei bambini” è infatti il nome del progetto che l’associazione AiaSport Onlus propone a oltre ottanta bambini e ragazzi malati, disabili o con bisogni educativi speciali, allo scopo di ridare loro benessere fisico e psichico tramite un percorso equestre presso il Circolo Ippico GESE di Bologna per un anno intero. Attraverso il rapporto con l’animale e il contatto con la natura con il supporto di istruttori qualificati, di un fisioterapista e di una psicologa, questi bambini trovano un’ottima opportunità per gestire e migliorare i propri disagi.
Testimonial d’eccezione, l’Ing. Mauro Checcoli che con due medaglie d'oro alle Olimpiadi di Tokyo nel 1964 ha portato lustro all'equitazione italiana e alla sua Bologna,  e attualmente presidente della Fise Federazione Italiana Sport Equestri per due mandati e fondatore dell'Accademia Caprilli.
Per informazioni: reuse.with.love@gmail.com. La Redazione 

giovedì 3 maggio 2018

BOLOGNA il 6 maggio chef stellati e solidarietà


Saranno i Giardini Margherita ad ospitare l'edizione 2018 di I 5 Sensi – Uniti per De@Esi domenica 6 dalle 11.00 alle 22.00 in Piazzale Jacchia. L'evento gastronomico è stato ideato e organizzato dallo chef Agostino Iacobucci per raccogliere fondi per promuovere percorsi adeguati a favorire la Vita Autonoma e l’inserimento lavorativo di ragazzi con bisogni speciali.
Jacobucci ha radunato attorno a sè  una trentina di chef tra stellati ed emergenti sia bolognesi che partenopei per dare vita ad un evento unico che unisce ottimo cibo alla solidarietà.
Trattandosi di un evento benefico al quale partecipano gli chef della risto-associazione TourTlen, alcuni chef stellati ed alcuni emergenti che provengono da varie città italiane la partecipazione alla kermess enogastronomica, avrà sì un ingresso libero, ma una donazione minima di 3 € per 1 ticket finger food (chef, pizzaioli, gelati, carne, ostriche, dolci, panini),  idem per 1 ticket beverage (vino o birra). e solo 1 € per l'acqua.  un carnet di 6 ticket finger food + 1 ticket acqua + 1 ticket birra/vino costerà solo 20 euro. 
Per lunedì 7 Maggio, a conclusione della manifestazione,  è prevista la tradizionale Cena di Gala  che si terrà alle ore 20.30 presso il Royal Hotel Carlton, che sarà realizzata da  5 chef stellati, il Campione del Mondo di Pasticceria Gino Fabbri e 7 pasticceri bolognesi.
La donazione minima della cena stellata è di € 150 a persona e l’intero ricavato verrà donato interamente all’Associazione e vi si accede solo su prenotazione visto che sono a disposizione solo 120 posti.
Ai Giardini Margherita saranno presenti i seguenti chef:
POGGI Massimiliano, Massimiliano Poggi – Trebbo di Reno
VOTTERO Vincenzo, VIVO – Bologna
PICCHIOTTI Dario, Antica Trattoria Sacerno – Sacerno (BO)
RAMBALDI Andrea, Boccone Del Prete – Bologna
TROIANO Pasquale, Cantina Bentivoglio – Bologna
BORSARINI Carlo Alberto, La Lumira – Castelfranco Emilia (MO)
STAGNI Dario, Officina Del Gusto – Castenaso (BO)
PALUMBO Pietro, Polpette e Crescentine – Bologna (BO)
CARBONI Francesco, Ristorante Acqua Pazza – Bologna (BO)
ANTONELLI Lucia, Taverna Del Cacciatore – Castiglione dei Pepoli (BO)
BERTI Fabio, Trattoria Bertozzi – Bologna
MONTANARI Pietro, Ristorante la Cesoia – Bologna
ALEOTTI Demis, Locanda Aleotti – Bologna
CHEF EMERGENTI E STELLATI:
AMURA Antonio, Trattoria Romagnola – Bologna
DI NATALE Francesco, Trattoria Francesco – Bologna
DUCA Rino, Grani di Pepe – Ravarino (MO)
DE LUCA Giuseppe, Panino Sciue’ – Napoli
AMBROSINO Marco, 28 Posti-Milano – Milano
AVERSA Giuseppe, Il Buco di Sorrento – Sorrento (NA)
GUIDA Peppe, Nonna Rosa – Vico Equense (NA)
GRAMAGLIA Paolo, President Pompei – Pompei (NA)
LO BASSO Felix, Felix Lo Basso – Milano
D’AGOSTINO Gianluca, Ristorante Veritas – Napoli
TRAPANI Cristoforo, La Magnolia – Forte dei Marmi (LU)
BRUNEL Peter, Ristorante Borgo San Iacopo – Firenze
SALOMONE Luigi Piazzetta Milu’ Castellammare s. (NA) T
TARANTINO GIUSEPPE Ristorante Corbezzoli Bologna
Livia Elena Laurentino

giovedì 22 marzo 2018

ioelei a Teatro Pileo a Prata di Pordenone




Sabato 24 marzo alle ore 21.00 al Teatro Pileo di Prata di Pordenone (PN), parte il Tour 2018 del redding musicale ioelei con Federica Lisi Bovolenta e la cantautrice Pia Tuccitto, organizzata in ricordo di Daniel Coral.

Le protagoniste sono Federica Lisi Bovolenta, stella della pallavolo femminile, azzurra ai Mondiali juniores e Universiadi in Nazionale, moglie di Vigor Bovolenta indimenticato campione di volley e mamma di 5 figli e Pia Tuccitto, da vent’anni protagonista della scena rock italiana, che ha lavorato per 15 anni nel team di Vasco Rossi e con il quale ha condiviso i palchi dei più importanti eventi live e i suoi tour. Alcune canzoni del repertorio della rocker sono state scelte e interpretate da altri artisti come Patty Pravo, Irene Grandi e lo stesso Vasco che ha inciso e trasformato in una hit “E…”, scritta da Pia alcuni anni prima. Lo spettacolo ioelei è di grande impatto emotivo per l'equilibrio tra musica e parole che le protagoniste hanno raggiunto amalgamando le canzoni di Pia ai brani tratti dal libro Noi non ci lasceremo mai , scritto da Federica con Anna Cherubini.
E' l'intreccio di due storie che il caso ha messo sulla stessa strada, tra gioie e dolori, ma che rispecchiano in parte la vita altalenante di ognuno di noi e proprio come la vita lo spettacolo, emotivamente molto coinvolgente, offre momenti di commozione e di allegria.
La colonna sonora è suonata dalla band, che accompagna Pia da vent’anni, formata Luca Longhini alla chitarra acustica-elettrica e cori, Stefano Peretto alla batteria e Giorgio Santisi al basso.
Dal suo debutto, avvenuto il 19 settembre 2015, il tour di ioelei è approdato in oltre trenta città italiane registrando grandi consensi da parte del pubblico.
La serata evento di sabato è stata organizzata da Nicola Garbelli e Mauro Giacomini, ed ha trovato il sostegno di numerosi sponsor , ma è stata resa possibile grazie alla collaborazione dell’Amministrazione comunale di Prata e alle associazioni AIL di Pordenone e Sogni Onlus Giavera e alle Pro Loco San Simone e Santa Lucia.
Laura Neve

giovedì 15 febbraio 2018

Imparare la cucina cinese a Milano in occasione del Capodanno



Per celebrare l’arrivo del nuovo anno del calendario cinese, quello del cane, Mare Culturale Urbano in via G. Gabetti 15 a Milano organizza un pomeriggio/serata di incontro con la cultura cinese, proponendo al pubblico una festa che attraversa le due tradizioni culinarie, cinese e italiana, intorno a uno dei cibi più amati: il raviolo.
La Festa del raviolo italocinese - cinoitaliano si articola in un laboratorio alle ore 17.00 dedicato alla realizzazione di raviolo fusion cinoitaliano, italocinese (fino alle ore 19.30). Al termine degustazione dei preparati e cena fusion con ravioli italiani, cinesi e italocinesi/cinoitaliani.
Nel pomeriggio, si tiene anche il laboratorio di creatività e manualità per bambini e bambine Tocca, dalle ore 17.00 alle 19.30 (ultimo accesso, ore 19.00), sempre a tema raviolo.
Costi: laboratorio con degustazione 10,0 € a persona; cena fusion 20 €; laboratorio e cena 25,0 €; laboratorio Tocca 5,0 €
Prenotazioni: info@maremilano.org, specificando nome, cognome, formula che si desidera prenotare.
La Redazione

mercoledì 14 febbraio 2018

Keith Haring nelle creazioni di giovani stilisti by Doria 1905

 
Le vetrine della boutique Doria 1905 festeggiano gli innamorati esponendo una piccola collezione di cappelli .
La Festa di San Valentino non può prescindere da Keith Haring, l'artista newyorkese, che del cuore ha fatto una delle sue icone.
I cappelli sono stati messi a disposizione dalla cappelleria salentina per gli studenti del Dipartimento di Fashion Design dell’Accademia di Belle Arti di Bologna. 
 “HEART DROPS” è il nome di questa limited edition che oltre al cuore mostra altre figure iconiche di Haring, come il cane , al quale è dedicato il 2018 secondo il calendario cinese che inizia proprio il 16 febbraio, giorno in cui si commemora il giorno della scomparsa  dell'artista americano.
Fino al 25 febbraio è ancora allestita presso la Pinacoteca di Bologna la mostra Party of Life, in cui sono esposte con 60 opere provenienti dal sette collezioni private. sono presenti anche ventiquattro teste di cane in stile Haring, realizzate in cartapesta agli studenti del Liceo Artistico Arcangeli di Bologna.
La Redazione  

martedì 3 ottobre 2017

CERSAIE 2017 – sempre leader nel mondo



Cersaie 2017 ha chiuso felicemente i battenti registrando un numero eccezionale di presenze (111.604 contro le 106.599 dell'anno scorso, +4,7%), grazie alla qualità dei prodotti in mostra – possibile per l'ingente volume di investimenti realizzati dall’industria ceramica italiana nel corso del 2016 e che stanno proseguendo nel 2017: un miglioramento nella dotazione tecnologica che ha prodotto un miglioramento particolarmente significativo della qualità realizzativa dei prodotti e nelle soluzioni estetiche. Sebbene Cersaie veda, come di consueto, la presenza di qualsiasi tipo di prodotto per la ceramica e l’arredo-bagno, regina di questa 35.a edizione del salone bolognese è stata la lastra, un elemento già abbastanza diffuso (l'espongono diversi produttori) che trova nella creatività delle diverse tecniche di lavorazione superficiale un mondo infinito di possibilità espressive. Ad esempio, qualche azienda ha già presentato la ‘carta da parati di ceramica’, una lastra da rivestimento a tutta altezza, con fughe ridottissime, facilmente lavabile e con disegni in grado di caratterizzare fortemente l’ambiente.

Ci sono già lastre di m.1x3 come anche di m.1.60x3.20, dove gli spessori diversi – che spaziano dai 3,5 mm ai 20 mm – consentono di poter essere utilizzate a pavimento, parete, in interno ed esterno, fino anche ad arrivare ai top per bagni e cucine. Grazie alle più moderne soluzioni di ancoraggio, si possono realizzare facciate che visivamente sembrano un unico monolite e con interessanti giochi di luce, nel caso in cui la superficie non sia perfettamente liscia. Altro valore aggiunto degno di nota è quello dell'efficienza energetica dell’edificio, che con queste soluzioni si riesce a gestire.

Novità di questa 35.a edizione di Cersaie sono stati i nove “Cafè della stampa”, per i quali è stato chiesto ad altrettanti direttori di riviste di architettura ed interior design di realizzare conversazioni su temi di attualità ed interesse. Uno di questi incontri, realizzato da Abitare, riguardava il BIM (Progettazione Integrata digitale dell’intero edificio), una soluzione molto usata in ambito internazionale per i grandi edifici, che consente di risparmiare fino al 12% sul costo del materiale - ad esempio eliminando l'acquisto di materiali di scorta, che restano spesso inutilizzati e gravano sui costi. Un altro tema forte di Cersaie 2017 è stato l’ottimale utilizzo di acqua nei sanitari, che è stato affrontato con un incontro organizzato dall'European Bathroom Forum, un'organizzazione no-profit presente al Cersaie, che ha come obiettivo fondamentale di sensibilizzare il consumatore finale sull'uso razionale dell'acqua. Il risultato determinante è di coinvolgere l'utente e di sollecitare la coscienza e l'interesse dei consumatori: “voglio un sanitario, un rubinetto, uno sciacquone che consumi meno acqua” e questo diventa un elemento particolarmente significativo a favore dell'industria, direttamente stimolata a fornire al consumatore prodotti che consumano meno acqua. Un approccio che, almeno in capo alle imprese più innovative, è già una realtà se si pensa che già ora rilascia 3 / 6 litri sono una realtà, rispetto allo sciacquone di 20 anni fa che consumava 12-9 litri d'acqua.
CERSAIE continua ad essere anche una “proposta” estetica di prodotti: relativamente alle ceramiche sono esposti negli eleganti stand: molti marmi, molte pietre, un po' meno legno, ci sono superfici che hanno come caratteristica il ritorno ad un cromatismo molto forte. La superficie piana della ceramica tende ad articolarsi andando verso la tridimensionalità degli effetti, ma anche delle stesse superfici, con un grande valore aggiunto.

Un'altra novità, che potremo ammirare già dal prossimo anno, è l'intervento sui padiglioni 29-30 (precari da anni), che nei prossimi giorni verranno abbattuti e sostituiti da una nuova struttura espositiva largamente fruibile e molto tecnologica.  Clara Cremonini



venerdì 23 giugno 2017

APO CONERPO presenta il bilancio 2016



APO CONERPO il leader europeo nel settore dell'ortofrutta, che associa oltre 6000 produttori distribuiti in 48 cooperative su tutto il territorio italiano, rende noto il bilancio 2016. 
Bilancio che si presenta in positivo, a fronte di un andamento climatico difficile, deboli segnali di miglioramento economico e incertezza generalizzata nei confronti di mercati esteri.
La produzione annuale ha fatto registrare un incremento del 4,3% con il conferimento di quasi un milione e 100 mila tonnellate  di prodotti, di cui i 2/3 di verdura e 1/3 di frutta , e il volume di affari ha raggiunto i 716 milioni di euro, con un incremento del 2% rispetto al 2015.
L'utile netto è stato di 77.215 euro che andrà ad aggiungersi al patrimonio aziendale  che supera i 26 milioni di euro, che saranno in parte destinati agli investimenti sempre in corso d'opera;nel prossimo quinquennio infatti l'Apo Conerpo concentrerà la sua attività sul supporto alla ricerca e alla sperimentazione, per il miglioramento della qualità delle produzioni ed aumentarne la difesa dalle fitopatie, in particolare come la PSA (moscerino della frutta) e la Drosophia suzuki (cimice asiatica);il supporto alla cooperative socie per gli ammodernamenti degli impianti di conservazione e lavorazione dei prodotti e infine un'ulteriore sviluppo delle produzioni destinate all'industria.
Proseguono anche gli investimenti sul progetto FRUIT 24!, teso alla promozione di un consumo della frutta da parte dei consumatori, e su OPERA, la cooperativa di produttori di pere.
Apo Conerpo  che continua a crescere visto l'ingresso di 8 nuove realtà tra nord e sud;
La PRIMAVERA di Zevio (VR), leader nelle produzioni biologiche da consumo fresco, AGRICOOP BIO di Avola (SR), specializzata nella produzione di limoni, AGRIFUTUR di Caserta, ottima produttrice di pesche e meloni ma soprattutto di fragole, PIANO STELLA (CL), dove si concentra la produzione del peperone Cornelio, le cooperative VALLI DELL’APPENNINO TOSCO ROMAGNOLO di Cesena e SELVELLO di Roccastrada (GR), specializzate nella produzione di frutta biologica per la trasformazione, AGRI BIO L’ARCOBALENO di Agrigento che produce agrumi, e KORE di Marsala che sta sviluppando la produzione di melograno.
Livia Elena Laurentino


giovedì 4 maggio 2017

Bologna - Il 6 maggio il cantautore genovese Enrico Lisei si esibisce al Piccolo Teatro del Baraccano


Appartiene alla cosiddetta "scuola genovese" e le sue canzoni spaziano dal folk al jazz trattando temi intimisti sul filo di una sottile ironia, Enrico Lisei porterà la sua musica a Bologna sabato 6 maggio alle ore 21,00 al Piccolo Teatro del Baraccano.
Colonna portante dello  spettacolo " Cantar d'Amore" saranno i 12 brani dell'album d'esordio dove finisce il mattino, recentemente rieditato e rimasterizzato per le Edizioni Borgatti, insieme alle più belle canzoni dei cantautori geneovesi.
L'attività professionale di psicoterapeuta e quella artistica di cantautore sono iniziate quasi contemporaneamente visto il suo debutto al Festival della Canzone Italiana di San Remo nel 1993, poco prima della sua laurea, e sono proseguite parallelamente.
Molte sono state, nel corso degli anni, le partecipazioni ad importanti manifestazioni e i riconoscimenti da parte della critica musicale, oltre a collaborazioni come autore, con artisti come Francesco Baccini e recentemente Gianni Morandi.
Enrico Lisei salirà sul palco accompagnato da Toni Colucci al basso, Andrea Balestrieri alla batteria, Marco Cravero alla chitarra, Fabrizio Trullu alle tastiere e Sara Fastame al violoncello.
Biglietto 10€ info e prenotazioni 051 592318  Laura Neve

domenica 29 gennaio 2017

ioelei -Tour 2017 la prima data al Bravo Caffè di Bologna

Dopo il grande successo tributato dal pubblico il reading musicale "ioelei" riparte per il Tour 2017 lunedì 30 gennaio da Bologna.
Il progetto iniziato nel settembre del 2015 vede unita sul palco un' insolita coppia, la rocker Pia Tuccitto, autrice di canzoni che hanno lasciato un segno indelebile nel mondo della musica italiana, firmando brani per Vasco Rossi, Irene Grandi, Patty Pravo ed altri, e l'ex pallavolista Federica Lisi Bolovolenta. insieme hanno creato un spettacolo che fonde l'esperienza di vita di entrambe.
Le pagine del libro  Noi non ci lasceremo mai (edito da Mondadori) scritto da Federica, dopo la scomparsa del marito  e campione Vigor Bovolenta, hanno trovato una colonna sonora nel repertorio musicale di Pia e così è nato ioelei .
In oltre trenta date fatte in giro per tutta la penisola, dai teatri a i palazzetti, dalle scuole alle piazze, hanno saputo emozionare fino alle lacrime e far sorridere il pubblico trasmettendo sempre un messaggio positivo e ottimista nei confronti della vita.
ioelei  riparate da Bologna con la prima data del 2017 sempre dal Bravo Caffè, dove circa un anno e mezzo fa iniziato. La band che accompagna la rocker è sempre quella "storica " formata da Luca Longhini, chitarra e cori, Giorgio Santisi al basso e Stefano Peretto alla batteria.
Info e prenotazioni Bravo Caffè 051 266112  Laura Neve

mercoledì 25 gennaio 2017

Parmigiano Reggiano in forte ripresa.


Al consueto appuntamento del Consorzio del Formaggio Parmigiano Reggiano in occasione del quale viene presentato il bilancio annuale, il clima è decisamente positivo perchè si registra una forte ripresa.  
Quattro i punti focali dell'incontro: il bilancio 2016, l'export e le prospettive future, la produzione e prossimi investimenti e il controllo sulla contraffazione.
Il 2016 ha segnato una svolta nel mercato soprattutto grazie all'ultimo semestre in cui è stato registrato un incremento della quotazione pari al 12%, Nonostante non si possa paragonare a quelle del 2011 e del 2012, si guarda con ottimismo al futuro, non dimenticando tuttavia il 2015, anno funesto che ha segnato pesantemente la situazione economica di 3.000 allevatori e di 339 caseifici.
Sono diverse le componenti che fanno guardare al futuro in maniera ottimista;  i valori delle quotazioni attuali, una buona tenuta dei consumi  interni e un costante flusso delle esportazioni.
L' esportazione resta un punto di forza soprattutto negli Stati Uniti e in Francia, che sono i mercati di riferimento per il Parmigiano Reggiano.
Nei prossimi quattro anni in Consorzio investirà 15 milioni di euro in più sulla comunicazione in Italia e all'estero e sulla vigilanza ( in particolare sul prodotto grattugiato).
La vigilanza è uno dei cardini della politica del Consorzio, infatti questo controllo costante non si è limitato ad una selezione di qualità sulle forme prodotte, ma ha coinvolto 1.980 punti vendita, 650 imprese di ristorazione italiana e altrettante realtà  di distribuzione in 20 paesi esteri, con oltre 2500 anali si di prodotto.
Grazie anche alla tutela della denominazione ormai presente in molti paesi del mondo, ai quali si sono aggiunti India e Turchia,  e alla costante operazione di controllo da parte del Consorzio che consente la rimozione di prodotti illegali, sono stati effettuati cinque interventi negli Stati Uniti  nei confronti di aziende che proponevano  salse, piatti pronti o confezioni di formaggio grattugiato in maniera ingannevole, tre in Vietnam con marchi similari e sui canali web sono stati effettuati 390 interventi per la cancellazione di siti, annunci o offerte false. 
Livia Elena Laurentino 

martedì 24 gennaio 2017

Nuovo programma di concerti alla Cantina Bentivoglio di Bologna






Prosegue il ricco programma di appuntamenti con il Jazz iniziato già il 2 gennaio scorso alla Cantina Bentivoglio, che come di consueto propone nomi prestigiosi. Torna il Manouche Festival, giunto alla terza edizione, che vedrà questa sera (24 gennaio) Sebastien Giniaux uno dei più importanti chitarristi manouche al mondo. il 25 sarà la volta ddi Paolo Prosperini Trio e il 26 di Dario Napoli Modern Manouche Project.
Riparte in collaborazione con il Torrione di Ferrara Brunch&Jazz, l'iniziativa domenicale che vede il concerto "diurno" ovvero alle 15, anticipato da un ricco buffet; tre gli appuntamenti, si debutta domenica 29 con Dave King e Bill Carrothers al pianoforte, il il quartetto di 19 febbraio Eric Alexander con Joe Farnsworth alla batteria e David Hazeltine al p.forte, e il 19 marzo il quartetto di Eddie Henderson con Darryll Hall al c.basso e Willie Jones III alla batteria.
Proseguono le consuete rassegne come Today’s Jazz che vedrà esibirsi Alessandro Lanzoni con Joe Sanders al c.basso, il cantante Boris Savoldelli con la sua voice orchestra, il quartetto del sassofonista Joel Frahm, il trio del chitarrista Bebo Ferra che presenta il suo nuovo lavoro discografico insieme a tanti altri. Per Live is Better, saranno presenti il Quartetto Anema di Marcello Corvino con ospite l’ attore Gabriele Via,alcune serate affidate a Jimmy Villotti, raggruppate sotto il titolo Tetrapack, e dedicate ai diversi aspetti della sua anima musicale, e torna nuovamente Mietta in concerto con i Marea.
Per la festa della donna , l'8 marzo saranno ospiti Fil Rouge con L'Inconnue, duo femminile Maria Teresa Leonetti,voce e Manuela Iori, piano e keys accompagnate da Nicola Cellai, tromba e flic , Michele Staino, contrabbasso e Ettore Bonafè alle percussioni.
Livia Elena Laurentino

venerdì 9 dicembre 2016

OSTERIA BELLE LU la mostra fotografica al Cinema Odeon


C’era una volta…una Contessa “Ostessa”.
…La storia ha inizio negli anni ’80 nella zona Universitaria di Bologna: una strada tra le tante del luogo, via Mascarella, si mostra come un cammino di passaggio spento, incognito, quasi anonimo. 
Ma ecco, come per magia, arrivare Maria Grazia Gardani Ploti da Novara - una degli ultimi discendenti di Bartolino Ploti da Novara ingegnere militare progettista del Castello Estense di Ferrara, del Castello San Giorgio di Mantova e del Santuario di Santa Maria delle Grazie a Curtatone - che decide di creare un locale che sia un punto d'incontro per tutti, dove giovani e anziani si sentano accolti e possano gustare ottimi piatti della cucina bolognese...con un sottofondo di Jazz.
Potrebbe cominciare così la storia dell'Osteria Belle Lu, oggi Cantina Bentivoglio.
Maria Grazia non c'è più, ed è la figlia, Silvia Veronesi
Namioka, che racconta “questa è la musica con cui siamo cresciuti fin da bambini, in una grande casa alle porte di Ferrara, dove i nostri genitori accoglievano amici artisti: pittori, scultori e musicisti che suonavano anche tutta la notte, fino al mattino!” “Quando per motivi di lavoro di mio padre ci trasferimmo a Bologna, la mamma volle condividere il linguaggio musicale di famiglia con la città d'adozione, in uno spazio accogliente e armonioso con il camino sempre acceso: l'Osteria Belle Lu con la formula “jazz in osteria”, con la quale l'11 dicembre 1982 ha acceso la luce in quella via allora degradata, aprendo la strada a tutti i locali che oggi la caratterizzano”

Maria Grazia, con l'energia vitale che la contraddistingueva, trasformò un vecchio magazzino in un luogo che mutò la tipologia di Via Mascarella, insieme al Cinema Odeon che 11 giorni dopo inaugurò, di fronte all'Osteria, il primo cinema multisala d'Italia, cambiando per sempre la fruibilità della strada.
E' ancora la figlia che dice “l'11 dicembre 1982, la Contessa “Ostessa” Maria Grazia Gardani, invitava la città a brindare all'inaugurazione di quello che oggi, a Bologna, è un locale di riferimento per l'enogastronomia e la musica”. Dopo 34 anni, l'11 dicembre prossimo alle 18.30, i figli e gli amici di allora la vogliono ricordare alla sua città invitando i bolognesi presso il Cinema Odeon, Saletta di Sotto in via Mascarella 3, per bere un'ombra insieme e, con il contributo di alcune foto di Mario Rebeschini, raccontare la storia di una grande donna. Fino al 22 dicembre 2016.
Clara Cremonini

martedì 6 dicembre 2016

Ban Nadel Bologna !

A Natale, il pensiero di tante persone economicamente indigenti o malate, stimola molti di noi a cercare canali di partecipazione per alleviare i loro disagi. Quest'anno la solidarietà a Bologna, che ha nel dna dei suoi cittadini un cuore grande, passa attraverso un DVD, che contiene una canzone (anche in versione karaoke) e due video, si chiama nel nostro dialetto Ban Nadel ed è stato realizzato per raccogliere fondi a favore dell'ONLUS 'Bologna nell'Anima – Gli Amici di Sergio' che opera nel nostro territorio per aiutare persone in difficoltà e destinerà il ricavato delle vendite a due famiglie con bambini autistici.
Hanno partecipato con entusiasmo alla realizzazione del DVD cantanti, attori, sportivi - bolognesi doc e adottivi – da Franz Campi a Jimmy Villotti, Vito, Andrea Mingardi, Kekko Silvestre, Silvia Mezzanotte, Ivano Marescotti, Iskra Menarini, Paolo Mengoli, Pia Tuccitto e tanti altri; sono oltre 60 e li trovate tutti sul sito www.sanlucasound.it. Hanno partecipato inoltre la Fortitudo Kontatto Basket e la Virtus Segafredo Pallacanestro con alcuni dei loro campioni di ieri e di oggi.
Tutti vi danno appuntamento giovedì 8 dicembre, alle ore 20, a Palazzo Re Enzo, nella splendida cornice di “Regali a Palazzo”, per la presentazione e la vendita del Dvd.
Ban Nadel è un messaggio, forse fuori dagli schemi, ma di certo creato con tanto amore!
Hanno reso possibile la realizzazione di Ban Nadel i contributi di: ASCOM, CNA, Emil Banca e Maresca&Fiorentino, la collaborazione dell'Associazione Panificatori e il contributo di Radio Sanluchino, Rita Zironi e Marti Cafè.
La direzione artistica e organizzativa è dell'inarrestabile Franz Campi, con la collaborazione di Manuel Auteri, Gabriele Orsi, Angela Sette, Livia Elena Laurentino, Lorenzo Visci e Mauro Malaguti con Radio San Luchino.
Il video è stato realizzato e montato da Rodolfo Rod Mannara. Le foto sono di Guido Barbi e Gianni Schicchi, i testi del video di Vanni Balestra, Francesca Giannone e Franz Campi.
Il DVD, completo della canzone e dei video, è in vendita al prezzo di 5 euro.
Clara Cremonini
Info: Contatti: info@sanlucasound.it
Pagina Facebook:https://www.facebook.com/BanNadel/